|

Riduzione dell'impatto

Quale che sia il fine ultimo (attenuare il rischio, creare nuove opportunità, limitare i costi operativi o migliorare il marchio), le aziende stanno cercando di ridurre il loro impatto ambientale. Sempre più spesso i clienti capiscono che la tecnologia può avere un ruolo di primaria importanza nella promozione di questa trasformazione.

Ciononostante, una tecnologia a impatto limitato non costituisce che il primo passo. Dell aiuta i clienti a installare tecnologie ecocompatibili in linea con le loro esigenze in grado di aiutarli a conseguire i loro obiettivi di sostenibilità e a ridurre al minimo le spese operative.

Risparmio energetico vuol dire innovazione

Le tecnologie a basso consumo energetico limitano l'impatto di un'azienda sull'ambiente, oltre a comportare vantaggi di carattere economico. Le soluzioni di questo tipo permettono di tagliare i costi operativi, sono meglio attrezzate in vista di un'eventuale futura espansione e dispongono di strumenti più efficaci per la gestione delle trasformazioni a livello aziendale.

L'obiettivo di Dell è aiutare i clienti a fare un uso più intelligente delle risorse. Solo così, infatti, avranno maggiori probabilità di: 
  • Crescere senza preoccuparsi delle limitazioni della capacità in termini di dati 
  • Dedicare meno tempo e meno denaro agli inconvenienti di IT quotidiani 
  • Migliorare la continuità aziendale 
  • Rispondere alle richieste di miglioramenti in termini di risparmio energetico da parte di amministrazioni pubbliche e soggetti interessati 
  • Operare in modo flessibile e al passo con le esigenze aziendali
Dell offre un vasto assortimento di prodotti e servizi che, combinati tra loro, danno vita a un sistema di IT efficiente e rispettoso dell'ambiente:
Server bladeUn'enclosure di server blade Dell di nuova generazione equivale a un centro dati ottimizzato, con il vantaggio di un ingombro molto inferiore. I clienti ci guadagnano in spazio e potenza di elaborazione, sollevano il proprio team di IT da incombenze inutili e limitano anche del 20% i costi energetici rispetto a offerte della concorrenza con configurazioni identiche.
VirtualizzazioneLa virtualizzazione separa il software e i servizi dall'hardware e riduce i consumi energetici, fa risparmiare spazio e risorse, garantisce maggiore flessibilità a livello di sistemi e offre un ritorno superiore sul capitale investito. Gartner ha previsto che entro la fine del 2012 più del 50% dei carichi di lavoro dei server avrebbe riguardato la virtualizzazione. Quest'ultima, inoltre, ha migliorato la sicurezza e l'adempienza alle informative sulla privacy interne ed esterne.
Advanced Infrastructure Management (AIM)L'architettura AIM fornisce ai centri dati gli strumenti necessari per essere all'altezza delle sfide future offrendo la massima flessibilità, tra cui la capacità di reinstallare rapidamente le risorse, il supporto di tutta una serie di dispositivi e la possibilità di effettuare implementazioni strategiche in base alle esigenze. Ciò si traduce in un numero inferiore di server, in costi contenuti, in un downtime ridotto al minimo e in tempi di risposta più rapidi.

Centri dati efficienti per ridurre costi e impatto sull'ambiente

I centri dati sono i motori rombanti dell'odierna economia globalizzata basata sulla tecnologia. Ma c'è un prezzo da pagare, sia dal punto di vista economico che ambientale. Volgendo lo sguardo al futuro, i contenuti digitali sono destinati ad aumentare (raddoppiando ogni 18 mesi secondo la società di ricerche di mercato IDC) e il consumo di energia continuerà a essere un problema scottante con l'esaurirsi delle risorse energetiche non rinnovabili e l'aumento dei costi dell'elettricità.
Centri dati efficienti per ridurre costi e impatto sull'ambiente
Dell può essere d'aiuto:
  • Massimizzando il rendimento della dotazione esistente: realizzare un nuovo centro dati è costoso, sia per l'azienda che per l'ambiente. Fortunatamente, però, sono disponibili enormi opportunità per aumentare la produttività dell'infrastruttura esistente. In particolare, utilizzo della capacità e alimentazione e raffreddamento sono aree suscettibili di notevoli miglioramenti mediante hardware ad alte prestazioni, strumenti per la gestione dell'alimentazione, progettazioni intelligenti dei centri dati, oltre a strategie di isolamento e di fornitura dell'alimentazione.
  • Installazione di un centro dati efficiente: il centro dati efficiente Dell permette di dimezzare praticamente la spesa per l'IT, riducendo nel contempo le emissioni di CO2. Questa strategia, basata su virtualizzazione, automazione e consolidamento, favorisce soluzioni aperte, solide e a costi contenuti che aiutano a ottimizzare il centro dati esistente, a portare a termine la virtualizzazione in tempi ragionevoli per l'azienda e ad applicare tecnologie cloud laddove appropriato.
  • Semplificazione mediante infrastrutture intelligenti e gestione dei sistemi: una nuova generazione di server, prodotti per lo storage e di rete intelligenti è progettata in modo da utilizzare l'energia con più efficienza, automatizzare le attività frequenti, rispondere rapidamente alle richieste di modifica e contribuire a prevedere e affrontare potenziali aree critiche. Ad esempio, i server PowerEdge C ultradensi sono appositamente studiati per ambienti applicativi cloud/cluster, mentre i server blade PowerEdge serie M ad alta densità sono facili da gestire e caratterizzati da alta capacità, ingombro ridotto e consumi energetici limitati.

Il passo successivo: raffreddamento ad aria naturale


Con la continua moltiplicazione dei contenuti digitali, le imprese hanno bisogno di soluzioni concrete per evitare che una domanda di dati in crescita pregiudichi la continuità aziendale, vincoli i budget, paralizzi l'innovazione e peggiori l'inquinamento. Un centro dati a risparmio energetico può essere utile, così come scelte intelligenti per quanto riguarda la tecnologia adottata al suo interno.

Nel tentativo di favorire l'utilizzo di aria naturale per il raffreddamento dei centri dati aziendali, Dell garantisce il funzionamento di alcuni dei suoi server e prodotti per lo storage e di rete anche ad alte temperature. Le soluzioni Dell di raffreddamento ad aria naturale possono funzionare a 104°F per un massimo di 900 ore all'anno (o 90 ore a 113°F).

Si tratta della garanzia di funzionamento a temperatura più elevata attualmente disponibile nel settore. A titolo comparativo, in genere per i server si arriva al massimo a 95°F. I centri dati in aree calde o caratterizzate da un tasso di umidità elevato fanno perciò notevole affidamento sui chiller per mantenere le apparecchiature a temperature operative di sicurezza.

I clienti che utilizzano soluzioni ad aria naturale possono risparmiare circa 3 milioni di dollari di spese in conto capitale (e fino a 275.000 dollari all'anno di spese operative) per megawatt di IT installata, non dovendo installare e utilizzare chiller per il condizionamento.