|

Riduzione dell'impatto

Operando in tutto il pianeta, Dell è impegnata a ridurre al minimo l'impatto che le sue attività e quelle della sua supply chain hanno sulla Terra e sulle comunità in cui il suo personale vive e lavora. Di seguito vengono riportate le aree di interesse che guidano l'azienda:

  • L'impegno di Dell verso il traguardo di eliminare completamente i rifiuti: i rifiuti sono inefficienti e le strategie di Dell sono studiate per azzerarli in tutte le loro forme.
  • Attenuazione dei cambiamenti climatici: Dell è consapevole del fatto di avere un ruolo nella transizione verso un'economia a basse emissioni di CO2. Mentre misura e limita il proprio impatto, l'azienda aiuta i clienti a ridurre il loro.
  • Risparmio energetico ed elettricità "verde": uno degli impegni di Dell è risparmiare energia e aumentare gli acquisti di elettricità proveniente da fonti rinnovabili. Un utilizzo più intelligente dell'energia ha effetti positivi per le aziende e per il pianeta.
Tra i principi guida di Dell figura l'impegno verso il traguardo di eliminare completamente i rifiuti

Se è possibile che l'azzeramento totale dei rifiuti non sia un obiettivo raggiungibile nel breve periodo, i principi guida di Dell aiutano l'azienda ad avvicinare il traguardo di attività a rifiuti zero.
  • Poiché i rifiuti sono inefficienti, è fondamentale ridurli al minimo, riutilizzarli e riciclarli
    Dell ricorre a processi operativi e di produzione ad alta efficienza che limitano la quantità di rifiuti generati. In fase di produzione l'azienda riutilizza o ricicla costantemente più del 95% dei rifiuti solidi non pericolosi.

  • Dell è consapevole della propria posizione nell'ecosistema generale
    Essendo un'azienda di primo piano a livello mondiale nel settore della produzione, Dell mira in modo proattivo a evitare sprechi "a monte" attraverso la supply chain e "a valle" mediante i clienti e non solo per ridurre al minimo l'impatto sull'ambiente.

    Le sedi principali dell'azienda a livello mondiale, inoltre, dispongono di programmi per il riciclo in loco dei rifiuti. Riciclo che, insieme al riutilizzo, viene promosso per mezzo di comunicazioni interne e della collaborazione con il gruppo di risorse del personale per il pianeta e altri gruppi di dipendenti al fine di ottenere risultati sempre più soddisfacenti.

    Tra le priorità di Dell c'è quella di evitare che i computer si trasformino in rifiuti alla fine del ciclo di vita. Dell è un'azienda leader nel riciclo responsabile a livello mondiale ed è stata la prima del suo settore a vietare l'esportazione di apparecchiature elettroniche non funzionanti nei Paesi in via di sviluppo. Un altro impegno dell'azienda è volto a semplificare la riciclabilità dei suoi imballaggi.

  • Dell è impegnata a trovare risposte attraverso la collaborazione
    Per perseguire i propri obiettivi Dell collabora con università, aziende del settore ed esperti in tecnologia di gestione dei rifiuti. Chiede feedback a clienti ed esperti di sostenibilità al fine di migliorare i suoi processi e cerca di farlo in maniera trasparente, ad esempio mettendo i dati facilmente a disposizione mediante un approccio completo alla creazione di rapporti.

Attenuazione dei cambiamenti climatici

Dell è consapevole che i cambiamenti climatici sono una realtà che va mitigata e supporta le iniziative volte a ridurre le emissioni globali a livelli stabiliti con metodi scientifici. L'azienda sa che i suoi clienti sono alla ricerca di soluzioni per contenere le proprie emissioni e si aspettano che anche Dell faccia lo stesso.


Dell è quindi chiamata a essere all'altezza di tale aspettativa e ad aiutare i clienti a ridurre le loro emissioni attraverso varie strategie, compreso il risparmio energetico. L'azienda è inoltre consapevole del fatto che i cambiamenti climatici rappresentano una sfida a livello globale e tra le cose da fare è fondamentale condividere i dati e dare prova dei miglioramenti ottenuti. Dell tiene traccia delle sue emissioni di gas serra e si pone obiettivi di miglioramento sempre più elevati.

Le sue emissioni rientrano in tre categorie: quelle dovute direttamente alle attività, quelle "a monte" riconducibili alla supply chain e quelle "a valle", derivanti ad esempio dal trasporto e dall'utilizzo dei prodotti. Le emissioni generate direttamente dalle attività di Dell rientrano negli Ambiti 1 (create mediante generazione e combustione dirette) e 2 (emissioni indirette associate alla produzione di elettricità e di riscaldamento per le strutture a livello municipale), mentre sia i contributi "a monte" sia quelli "a valle" fanno parte dell'Ambito 3.

Informazioni sulle emissioni Dell specifiche di ciascun anno fiscale sono disponibili nei rapporti sulla responsabilità aziendale Dell. L'azienda è inoltre chiamata a fare riferimento al CDP (precedentemente denominato Carbon Disclosure Project, il più grande database al mondo di informazioni aziendali di primaria importanza sui cambiamenti climatici) e chiede ai fornitori di seguire il suo esempio.

Anche le iniziative Dell di gestione del patrimonio boschivo contribuiscono a ridurre gli effetti dei cambiamenti climatici, proteggendo risorse di silvicoltura vitali in grado di assorbire CO2. Dell utilizza fibre vegetali negli imballaggi dei prodotti, nella carta per gli uffici e in quella della corrispondenza diretta. L'azienda lavora per ottimizzare gli attributi, la qualità e il costo ambientali in tutti questi ambiti, facendo particolare attenzione a limitare l'uso della carta, a ridurre al minimo la quantità di fibra vegetale vergine acquistata e a incrementare l'utilizzo della carta riciclata ed ecocompatibile che acquista.

Il modello di gestione dei prodotti di origine forestale di Dell funge da punto di riferimento per queste pratiche. L'azienda fornisce inoltre assistenza ai clienti attraverso il programma Pianta un albero, permettendo loro di compensare le emissioni di CO2 associate all'utilizzo dei loro prodotti Dell mediante il supporto di iniziative di rimboschimento.

Risparmio energetico ed elettricità "verde"

Nell'ambito dei tentativi di ridurre il proprio impatto sull'ambiente, Dell promuove iniziative di risparmio energetico in combinazione con l'acquisto di elettricità "verde". Nelle strutture interne di Dell si utilizza energia per alimentare le apparecchiature degli uffici e dei centri dati, per riscaldare e raffreddare gli edifici, oltre che per far funzionare un numero limitato di veicoli per interventi di sicurezza e manutenzione in loco. L'elettricità rappresenta la quota predominante (82,6%) del consumo energetico delle strutture dell'azienda. Il resto dei consumi è riconducibile in larga misura al carburante delle vetture noleggiate da Dell e messe a disposizione di alcuni dei suoi addetti alle vendite a livello globale.

Riduzione dei consumi energetici


Per tenere sotto controllo l'utilizzo di energia, Dell mette in pratica numerosi interventi di miglioramento a livello energetico in tutte le sue attività, ad esempio l'introduzione di elementi di illuminazione a consumo ridotto, la sostituzione di motori e l'aggiornamento dei sistemi di controllo degli edifici. Le nuove strutture sono progettate per favorire l'illuminazione con luce naturale, dispongono di protezioni contro la luce solare diretta e di sistemi di raffreddamento avanzati.

Acquisti di energia rinnovabile


Dell è impegnata a utilizzare elettricità prodotta da fonti pulite e rinnovabili come eolico, solare e idroelettrico. per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili e le emissioni di CO2.

L'impegno dell'azienda parte dalla sede centrale di Round Rock, in Texas. Oltre all'impianto solare presente in loco, dalla fine del 2007 la società copre interamente il proprio fabbisogno di elettricità con energia proveniente da fonti rinnovabili. In molti edifici dispone inoltre di sistemi di riscaldamento con acqua riscaldata dal sole e continua ad aumentare il numero di strutture che coprono in tutto o in parte il proprio fabbisogno di elettricità attraverso fonti rinnovabili.