Knowledge Base

Come configurare più display su un PC Dell utilizzando il sistema operativo Ubuntu


 


Questo articolo fornisce informazioni sulla configurazione di più schermi utilizzando il sistema operativo Ubuntu sul PC Dell.


Sommario:

  1. Introduzione
  2. Come configurare più monitor su Ubuntu
  3. Suggerimenti e soluzioni ai problemi più comuni

 

1. Introduzione

 

Per molti utenti è ormai scontato che il proprio PC sia in grado di collegarsi a più display/monitor. Dell ha sempre integrato questa funzionalità nei propri PC con sistema operativo Windows, sia nell'hardware offerto che nelle utility installate in fabbrica.

Per collegare correttamente più schermi al PC, è necessario disporre di hardware e software appropriati e di un sistema operativo compatibile.

Requisiti hardware:

  • Il primo requisito ovvio è disporre di più di 1 display/monitor.
  • Il secondo è che il PC abbia più di 1 uscita video:
    • Nel caso di un notebook, può trattarsi di un connettore VGA più un connettore Dport o HDMI integrati nel PC.
    • Nel caso di un notebook collegato tramite un replicatore di porte, possono essere disponibili più connettori VGA, HDMI, Dport e DVI.
    • Nel caso di un desktop, può trattarsi di un connettore VGA o DVI e un connettore Dport o HDMI sulla scheda madre.
    • Nel caso di un desktop che utilizza una scheda video aggiuntiva, gli unici requisiti sono il tipo di scheda acquistata e la propria disponibilità economica.
  • È inoltre necessario disporre dei cavi video appropriati per collegare i connettori video del PC e il monitor/display.

Requisiti software:

  • Un sistema operativo che supporti più monitor.
  • Installazione dei driver e software corretti:
    • Se si utilizza una scheda video integrata, è necessario disporre del software/driver corretto installato dal produttore della GPU. (Solitamente Intel o AMD)
    • Se si utilizza una scheda video separata o aggiuntiva, è necessario disporre del software appropriato fornito dal produttore della GPU. (Solitamente Nvidia, Radeon, Matrox o uno degli altri produttori.)
Nota: prima di tentare di collegare più display utilizzando diversi tipi di connettori video o adattatori/convertitori aggiuntivi, si consiglia di verificare il tipo di video utilizzato dai vari connettori. Per esempio, VGA è solo analogico. Alcuni DVI sono sia analogici che digitali, mentre altri DVI sono solo digitali. (Conoscere il tipo di connettore DVI in uso è fondamentale per sapere il tipo di video supportato.) HDMI e Dport sono solo digitali. (HDMI trasmette audio e video, mentre Dport trasmette solo video.) Se si dispone dei cavi e dei connettori corretti, si può evitare di incorrere nei problemi descritti di seguito.


Torna all'inizio


 

2. Come configurare più monitor su Ubuntu

 

La prima cosa da fare è assicurarsi che i driver e i software della scheda grafica siano installati e aggiornati. (Esistono driver open source installati per impostazione predefinita ed è possibile installare i driver proprietari in caso di necessità. ) Per maggiori informazioni, consultare l'articolo al collegamento seguente:

Una volta effettuati tutti gli aggiornamenti necessari, riavviare il PC e accedere al Desktop Ubuntu.

  1. Collegare i monitor/display aggiuntivi al PC in uso. Ubuntu dovrebbe tentare di configurare automaticamente gli schermi aggiuntivi.

  1. Per configurare manualmente gli schermi aggiuntivi, accedere a Impostazioni di sistema > Monitor.

    1. La parte superiore della finestra di configurazione visualizza i monitor/display rilevati e i relativi nomi (è possibile cliccare sui monitor e trascinarli allineandoli nell'ordine in cui sono effettivamente disposti).

    2. La parte inferiore della finestra di configurazione mostra diverse opzioni:

      1. Nell'angolo superiore destro della metà inferiore della finestra di configurazione è disponibile una casella di controllo che consente di scegliere tra le due modalità degli schermi: estensione e duplicazione (Estensione è l'impostazione predefinita. Tenere presente che la selezione della modalità di duplicazione può limitare le opzioni di risoluzione).

      2. La prima opzione nella parte centrale è Risoluzione, che presenta un menu a discesa con una serie di voci (corrisponde a quella di uno degli schermi selezionati nella parte superiore della finestra). La risoluzione indica la grandezza dell'immagine sullo schermo, la quantità di dettagli visualizzati e l'aspetto dello schermo.

      3. La seconda opzione nella parte centrale è Rotazione e presenta anch'essa un menu a discesa con una serie di voci (anche questa corrisponde a uno degli schermi selezionati). La rotazione indica quale bordo del monitor corrisponde alla parte inferiore della schermata. Questa funzione è utile se sono stati disposti più monitor su un lato per ottenere una visualizzazione Verticale, piuttosto che Orizzontale.

      4. La terza opzione nella parte centrale è Posizione Launcher: questa presenta un menu a discesa che consente di impostare la visibilità del Launcher su un solo monitor o su tutti i monitor (l'impostazione predefinita è Tutti i monitor. Il Launcher è la barra degli strumenti verticale di Ubuntu).

      5. La quarta opzione nella parte centrale è Bordi adesivi e presenta un cursore ON/OFF (l'impostazione predefinita è ON). L'opzione Bordi adesivi consente di "collegare" le applicazioni in corrispondenza dei bordi confinanti di due monitor. Inoltre, rallenta il movimento del mouse per dare all'utente più tempo per allineare l'applicazione correttamente.

      6. Nell'angolo inferiore sinistro della finestra di configurazione è presente un pulsante denominato Individua monitor, che consente di rilevare tutti gli schermi collegati al sistema e assegnare a ciascuno un ID per verificare il funzionamento della configurazione.

      7. Nell'angolo inferiore destro della finestra di configurazione è presente il pulsante Applica, che consente di salvare la configurazione.

Finestra di configurazione

  1. Utilizzare questa finestra e le varie opzioni disponibili per configurare i diversi schermi nella modalità desiderata. La configurazione dei monitor dipende essenzialmente dalle preferenze e necessità di ogni utente.


Torna all'inizio


 

3. Suggerimenti e soluzioni ai problemi più comuni

 

Nota: Dell supporta solo l'hardware fornito con il PC e la versione installata in fabbrica del sistema operativo Ubuntu. Se l'hardware non presenta guasti e reinstallando il sistema operativo dalla partizione di ripristino il problema persiste, potrebbe essere necessario contattare Canonical per ulteriore supporto software. Se l'hardware in questione è un dispositivo di terze parti, potrebbe essere necessario contattare il produttore per ulteriore assistenza. Se il problema persiste anche dopo questa operazione, potrebbe essere necessario contattare i forum della community Ubuntu con le informazioni relative all'hardware per ricevere ulteriore assistenza. Nella sezione qui sotto vengono forniti alcuni passaggi di risoluzione dei problemi, da utilizzare comunque a proprio rischio.

Suggerimenti

Utilizzare uno sfondo diverso su ciascuno schermo o estendere lo stesso a tutti i monitor

Sono disponibili due applicazioni che consentono di effettuare questa operazione:

  1. La prima è SyncWall. Utilizzare il seguente comando per installarla:

    sudo add-apt-repository ppa:milarimogard/webupd8
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install syncwall
     
    • Aprire l'applicazione syncwall e accedere a Preferences > Display parameters (Preferenze > Parametri monitor) e sulla pagina in basso andare alla sezione Multi Monitor Display (Visualizzazione multischermo), selezionare Extend image (Estendi immagine) e spuntare la casella di controllo accanto a share image between monitors (condividi immagine tra i monitor) per applicare lo stesso sfondo a tutti gli schermi.

    • syncwall consente anche di ruotare gli sfondi, applicare effetti e altro ancora.

  1. La seconda è Nitrogen. È possibile cercarla in Ubuntu Software Center o utilizzare il comando seguente:

    sudo apt-get install nitrogen

    Nitrogen non può essere avviata dal desktop, quindi è necessario aprirla dalla riga di comando:

    nitrogen
     
    • Accedere a Preferences (Preferenze) e aggiungere la cartella degli sfondi. Nella parte inferiore della finestra delle preferenze, selezionare Full Screen (Schermo intero) per condividere lo stesso sfondo tra i vari monitor.

    • Per applicare uno sfondo diverso a ciascuno schermo, selezionare Screen 1, 2 (Schermo 1, 2), ecc. in fondo alla pagina delle preferenze per impostare uno sfondo su ogni monitor.

      Nota: per impostare uno sfondo diverso per ciascun monitor, è necessario disattivare la gestione del desktop da parte del file manager. Tenere presente che ciò comporta l'eliminazione di tutte le cartelle dal desktop.

      Per effettuare questa operazione, è necessario installare GNOME Tweak Tool:

      sudo apt=get install gnome-tweak-tool
       

      Accedere alla sezione Desktop di GNOME tweak tool e impostare l'opzione Have file manager handle the desktop (Consenti al file manager di gestire il desktop) su OFF.

    • Per consentire il salvataggio della configurazione dopo il riavvio, aggiungere nitrogen --restore alle applicazioni di avvio.

Consentire ai video flash di rimanere a schermo intero su un monitor mentre si utilizza il desktop su un altro monitor

I giochi e i video flash vengono visualizzati prevalentemente all'interno di un browser Firefox o Chrome. Sono disponibili alcune estensioni che consentono di risolvere questo problema:

  1. Per Google Chrome/Chromium: Maximize Flash ridimensiona il video/gioco flash in modo che occupi l'intera finestra del browser; premendo F11, il browser apparirà a schermo intero sul monitor selezionato.

  2. Per Firefox: Flash Game Maximizer aggiunge un pulsante alla barra delle componenti aggiuntive che consente di ridimensionare il video/gioco flash in modo che occupi l'intera finestra del browser; premendo F11, il browser apparirà a schermo intero sul monitor selezionato (tenere presente che possono verificarsi problemi noti con questa estensione e YouTube).

Soluzioni

Problemi con i driver video

Se non si riesce ad ottenere la configurazione desiderata con i driver open source installati per impostazione predefinita sul PC, si consiglia di provare il driver e l'utility proprietari forniti dal produttore della GPU video. In alcuni casi, passando dal driver proprietario al driver open source è possibile ottenere i risultati desiderati, a seconda dell'operazione che si sta cercando di effettuare. Se si riscontrano problemi con un driver, si consiglia innanzitutto di provare a installare l'altro driver per verificare se il problema persiste.

La finestra di configurazione di Ubuntu non è in grado di impostare i monitor nella modalità desiderata

Come in Windows, è possibile utilizzare il software installato con il driver proprietario per configurare i dispositivi video e i diversi monitor in uso. Ciascun produttore troverà ulteriori informazioni sull'utilizzo del software specifico sul proprio sito del supporto tecnico.

Ubuntu non rileva tutti i monitor correttamente

  1. Installare CCSM (Compiz Config Settings Manager):

    sudo apt-get install compizconfig-settings-manager
  2. Aprire CCSM e accedere alla sezione General Options > Display Settings (Opzioni generali > Impostazioni monitor).

  3. Deselezionare la casella Detect Outputs (Rileva uscite).

  4. Nell'elenco delle uscite, impostare la risoluzione dello schermo di ciascun monitor utilizzato.

  5. Tornare alla sezione 2 e configurare nuovamente i monitor nelle relative impostazioni di Ubuntu.

Ubuntu non conserva le posizioni dei monitor dopo un riavvio

La procedura riportata di seguito consente di creare uno script in grado di correggere le posizioni dei diversi monitor e conservarle dopo un riavvio o un'uscita dalla modalità di sospensione:

  1. Eliminare il vecchio file monitors.xml e crearne uno nuovo utilizzando lo strumento di configurazione dei monitor Gnome:

    rm ~/.config/monitors.xml
    gnome-control-center

    Accedere a Displays (Monitor) e modificare le posizioni in base alle esigenze.

  2. Aprire il file ~/.config/monitors.xml in un editor e accertarsi che il monitor principale sia contrassegnato dalla relativa dicitura yes (sì).

  3. Installare il pacchetto libxml2-utils se non è già installato:

    sudo apt-get install libxml2-utils
  4. Utilizzare i seguenti comandi per copiare lo script in una directory sul percorso in uso e renderlo eseguibile:

    sudo wget -O /usr/local/sbin/update-monitor-position http://www.calgorithms.com/assets/files/update-monitor-position
    chmod +x /usr/local/sbin/update-monitor-position
  5. Utilizzare lo strumento Sistema > Applicazioni di avvio per aggiungere update-monitor-position in modo che venga eseguito al momento dell'accesso.

  6. Riavviare il sistema e verificare il funzionamento dello script.


Torna all'inizio


 

Informazioni aggiuntive:

 

Nota:
il supporto software viene fornito da Canonical nei seguenti modi:
Il supporto tecnico è fornito da Dell:


Torna all'inizio





Il contenuto dei suggerimenti viene pubblicato autonomamente dai tecnici dell'assistenza Dell che risolvono problemi quotidianamente. Per velocizzare la pubblicazione, i suggerimenti possono costituire soluzioni parziali o soluzioni alternative in corso di sviluppo o la cui efficacia è in attesa di essere verificata. In quanto tali, i suggerimenti non vengono rivisti, convalidati o approvati da Dell e devono essere utilizzati con la necessaria cautela. Dell non sarà responsabile per alcuna perdita, inclusa, in via esemplificativa, la perdita di dati, di profitti o di ricavi verificatasi in seguito all'applicazione di una procedura o di un suggerimento da parte dell'utente.

ID articolo: SLN298529

Data ultima modifica: 10/11/2017 16:45


Valuta questo articolo

Preciso
Utile
Facile da comprendere
Questo articolo ti è stato d'aiuto?
No
Inviaci un feedback
I commenti non possono contenere i seguenti caratteri speciali: <>() \
Spiacenti, il sistema di feedback al momento non è attivo. Riprova più tardi.

Grazie per il tuo feedback.